Dopo avervi illustrato la strategia per calcolare gli outs vogliamo parlarvi di un consiglio che vi potrebbe tornare utile durante i tornei e le partite ufficiali.Se avete seguito i nostri precedenti consigli dovreste avere le basi per poter comprendere quelli che vogliamo darvi oggi ovvero di contare gli Outs.  Prima di contare le proprie outs è necessario ipotizzare sulle carte che possiede l’avversario .  Il conteggio degli Outs è legato al vostro pensiero riguardo le carte che l’avverssario ha in mano , ovviamente non avendo il dono di leggere nella sua mente o di poter guardare le sue carte dovrete immaginarle.

A meno che non abbiate un full o un colore backdoor, avete sicuri quattro outs, se immagine che il vostro avversario abbia A- 9, allora gli outs diventano 10. Se invece avesse una coppia di 9 ed un J come kicker, allora i vostri outs scenderebbero a sette. E’ preferibile pensare a un minor numero di outs, piuttosto che un massimo , è preferibile molte volte lasciare la mano anziche chiamare e poi perdere una grande somma.