Stud Poker, come abbiamo già detto in un altro articolo, è una variante del poker dove ogni giocatore riceve sia carte coperte che carte scoperte. Una delle forme di questa tipologia di tipologia di poker è il Seven-card stud. Era la variante del poker più popolare negli Stati Uniti e casinò, prima del grande successo del Texas Hold’Em.

Nel Seven-card stud non ci sono bui. Invece, ogni giocatore deve mettere un ante (nei casinò è anche usato un bring-in, un bet forzato dopo aver ricevuto le carte). Dopo l’ante, ogni giocatore riceve tre carte (una scoperta e due coperte). Il giocatore con la carta scoperta più bassa deve pagare il bring-in (se non è utilizzato, allora toccherà al giocatore con la carta più alta). Quindi, il primo giro di scommesse continua in senso orario. Prima del secondo round di bet, i giocatori ricevono un’altra carta scoperta (Fourth Street). Il secondo round di bet comincia dal giocatore con la mano più alta. Poi ci sono la quinta (Fifth Street) e la sesta (Sixth Street) carta, che seguono le stesse regole della quarta. L’ultima carta è data coperta (Seventh Street) ed il giocatore con la migliore mano comincerà il bet. Se ci sono ancora altri giocatori in gioco, allora ci sarà uno showdown ed il giocatore con la miglior mano di cinque carte vincerà. Seven-card stud può essere giocato con un massimo di otto giocatori. Dato che sette carte sono date ad ogni giocatore e quattro sono “burn cards” (carte scartate), può succedere che il mazziere rimanga senza carte. In questa situazione, l’ultima carta disponibile verrà messa al centro del tavolo ed utilizzata come carta comunitaria. card.