poker texas

Benvenuto su Pokerbandits.ca – il sito italiano dedicato al Poker Texano (Texas Holdem Poker). Il Texas hold ’em, detto comunemente hold’em, holdem o alla texana (in italiano), è una delle varianti del poker più diffusa e praticata dai giocatori.

E’ possibile giocare fino ad un totale di 22 giocatori nella stessa partita con un mazzo composto da 52 carte francesi e a differenza del classico Poker ogni giocatore riceve 2 carte a testa che potrà utilizzare in abbinamento con quelle presenti sul tavolo.

Texas Hold’em Poker: Le varianti

Come per il poker classico anche il Texas Hold’em vanta di alcune varianti tra cui :

  • Senza limite: La più diffusa nei tornei e campionati mondiali, come suggerisce il nome stesso della parola non vi sono limiti, è possibile rilanciare e puntare senza imposizioni
  • Limite al piatto: Le puntate e i rilanci non possono essere maggiori dell’ammontare nel piatto, quindi il giocatore non potrà superare tale somma e dovrà attenersi ad essa per le proprie puntate o eventuali rilanci
  • Limite fisso: Le puntate sono bloccate cosi come i rilanci che possono essere massimo 3 per round, per questo motivo il giocatore dovrà agire cautamente perchè avrà dei limiti imposti che non potrà superare ma a differenza del limite al piatto in questo caso si hanno 3 possibilità in ogni round per puntare
  • Misto: Si alternano le varianti, un gioco completo a cui i giocatori bisogna che si adeguino perchè può capitare di ritrovarsi a poter puntare o astenersi

Texas Hold’em Poker: Le azioni

Il giro di puntate o scommesse si conclude quando i giocatori hanno pareggiato la puntata più alta oppure tutti tranne uno ha abbandonato la mano in corso. Durante un giro di puntate quando è il turno del giocatore questi ha la possibilità di compiere delle azioni a scelta tra:

  • Bussare o passare (check): Il giocatore passa l’iniziativa a quello successivo senza effettuare puntate, è un’azione che può essere compiuta bussando letteralmente sul tavolo oppure pronunciando la parola check o passo
  • Vedere o chiamare (call): Il giocatore mette sul piano un numero di fiches sufficienti a coprire la puntata, in altre parole dopo aver visto la somma del banco decide di vederla e quindi di puntare la stessa somma
  • Rilanciare (raise): Il giocatore effettua una puntata superiore a quella prevista, i giocatori sono chiamati a puntare una somma maggiore o uguale se desiderano proseguire
  • Lasciare o foldare (fold): Abbandona la mano rinunciando al piatto, in genere avviene quando non si dispone della somma o le carte a disposizione non sono valide

Se uno dei giocatori punta per continuare a partecipare bisogna che ogni giocatore punti la stessa somma di fiches altrimenti si è fuori dalla mano.

 

poker_hands2

Texas Hold’em Poker: Struttura del gioco

Il gioco si struttura in 6 differenti passi:

  • Puntate obbligatorie: Il primo giocatore situato alla sinistra del mazziere paga lo small blind detto anche piccolo buio mentre il secondo paga il grande buio o controbuio che corrisponde alla puntata minima per partecipare al gioco, come suggerisce il nome stesso si tratta di una puntata obbligatoria che tutti devono fare per iniziare.
  • Pre-flop: Il mazziere distribuisce due carte coperte a tutti i giocatori che non dovranno essere mostrate
  • Flop: Il mazziere elimina dal gioco la prima carta del mazzo e scopre tre carte sul tavolo e iniziano le puntate con la possibilità per tutti o alcuni giocatori di eseguire altre azioni
  • Turn (o 4th Street) Il mazziere elimina dal mazzo una carta e la posiziona sul tavolo, i giocatori possono puntare o utilizzare la carta con le precedenti per la propria mano
  • River (o 5th Street):Il mazziere prosegue con una carta sul tavolo e i giocatori hanno la possibilità di puntare, passare o utilizzare le carte scoperte e quelle nella mano
  • Showdown: L’ultima fase consiste nel giocatore che ha rilanciato di mostrare le proprie carte per primo e a seguire tutti gli altri, chi ha la mano più alta vince

 

il-concetto-del-gioco-Texas-hold-em

Nella foto potete vedere le possibili combinazioni che il giocatore può fare nel Poker, a volte con un ottimo Bluff anche una semplice coppia è in grado di sconfiggere un giocatore con qualcosa di maggiore tra le mani che ovviamente non sia una scala reale. Saper bluffare è indispensabile per uscire fuori da una brutta situazione ma non sempre è consigliato o permesso.

L’arte del bluff

Chiunque può bluffare ma sono pochi coloro che riescono a farlo alla perfezione. L’arte del bluff la si affina con anni di esperienza sia di poker che di psicologia, intimorire l’avversario facendo credere ad esso di avere una mano vincente quando si ha una semplice coppia non è facile ma con il tempo anche il pivellino potrà riuscire a padroneggiare questa tecnica o come volete definirla. Non vi sono regole da seguire, tutto dipende da che tipi di giocatore si ha di fronte. La domanda che colui che ha intenzione di bluffare deve chiedersi è “quanti giocatori sono rimasti in gioco?” perchè più giocatori ci sono e più il nostro bluff perde forza e credibilità. E’ capitato in alcuni tornei di rilevata importanza che con un bluff un giocatore sia riuscito a portarsi a casa un sostanzioso piatto, ma attenzione perchè questa tecnica potrebbe rivoltarsi contro di voi se usata erroneamente.  Lo scopo del bluff è quello di far credere all’avversario di essere invincibili, di avere la situazione sotto controllo grazie ad una mano fortunata e disonesta. Il rischio di diventare prevedibili è molto alto per cui occhio a come adottate il bluff.

poker-table

I tempi di risposta dell’avversario sono importanti!

I tempi con cui un giocatore o avversario risponde potrebbe farvi da indizio sulla qualità delle proprie carte. Se il giocatore avversario sta impiegando più tempo del previsto ciò dovrebbe far suonare dentro di noi un campanello d’allarme, probabilmente il nostro avversario ha qualcosa tra le mani di molto scottante.Un altro segnale che potrebbe indicare una mano forte è la decisione di fare un piccolo rilancio allo scadere del tempo, a questo punto non rimane che foldare e non rischiare di ritrovarsi in mutande. I player che fanno questo del check/fold sono molto lineari nello stile ma ciò non significa che siano anche forti. Prima di decidere di fare una qualsiasi azione fermatevi a riflettere ma non troppo sul da farsi, procedete con cautela.

La posizione migliore in una partita

Quando vi sedete ad un tavolo di Poker vi siete mai soffermati a pensare a quale sia la posizione strategica migliore? La risposta è semplice, la posizione di dealer! I motivi? Semplice, in linea di massima tale posizione offre al giocatore un grande vantaggio durante le mani, quello di poter agire sia per primo che per ultimo. Parlare per ultimi permette di sondare il terreno come si suol dire e decidere di agire in base a come è andata la mano, parlare per primo invece vi permette di aprire la mano come meglio credete.

poker-face

Oggettività, memoria e lati nascosti

Sono 3 gli elementi fondamentali da tenere d’occhio, l’oggettività, la memoria e i lati nascosti di un giocatore. Nel poker esistono i cosiddetti tells, segnali che i giocatori involontariamente mostrano e che smascherano le proprie intenzioni. Durante una partita imparare ad osservare i giocatori avversari senza irritarli ovviamente, badando ad ogni segnale.

Il giocatore di poker deve saper mettere da parte le emozioni e concentrare la propria attenzione su quello che si sta facendo, facendo la scelta giusta perchè può fare la differenza. Quanto vale rischiare? Lo stesso atteggiamento che lo si usa nella vita di tutti i giorni bisogna portarlo al tavolo da Poker. Ho veramente bisogno, nè trarrò beneficio a compiere questa azione? Obiettività è la chiave del successo!

Come ultimo elemento vi è ovviamente la memoria, il giocatore perfetto immagazzina nella sua testa le strategie, i vizzi, il modo di giocare dei propri avversari cercando di ricordare gli schemi per utilizzarli a proprio vantaggio e quindi imparare a prevedere le mosse giuste per batterli.

Texas Hold’em Poker: Regole fondamentali

  • Se un giocatore chiama all-in le azioni dei giocatori tra il mazziere e lui sono limitate al call e fold
  • In molte sale da gioco non è possibile alzare le carte dal tavolo
  • Il giocatore è tenuto a mostrare le 5 carte migliori
  • In un torneo sit & go quando un giocatore viene eliminato dovrà attendere il transito del bottone dealer prima di escluderne la posizione dal buio
  • Il flop dovrà essere servito una sola volta mostrando le 3 carte insieme
  • Le Fiches o chips detti anche gettoni di ogni giocatore devono essere tenuti in bella vista
  • Se un giocatore decidere di mostrare le carte dovrà farlo a tavolo intero scoprendole
  • Ogni sala da gioco ha le sue regole
  • Quando due giocatori puntano uguale si considera la seconda carta
  • E’ un segno di maleducazione non parlare inglese se al tavolo vi sono giocatori stranieri
  • Quando un giocatore dichiara il proprio punto deve scoprire tutte e due le carte
  • E’ vietato interrompere il gioco
  • E’ vietato tenere il telefono acceso
  • E’ vietato lanciare troppe carte
  • E’ vietato offendere il croupier o un giocatore
  • E’ vietato dopo che un giocatore vince chiedere al croupier di girare le carte successive
  • Le decisioni vanno prese entro un certo tempo limite
  • Il primo rilancio deve essere maggiore o uguale al grande buio
  • Sul tavolo da gioco non bisogna superare la linea che delimita lo spazio tra i giocatori
  • Se un giocatore non raggiunge il grande buio la sua vincita corrisponderà al numero di fiches che dispone
  • Se il mazziere nel distribuire le carte scopre una carta per errore viene annullata la mano se la carta è tra le prime due distribuite

Le competizioni mondiali

Il Texas Hold’em Poker è molto pratico nel mondo grazie ai milioni di appassionati e professionisti che ogni anno partecipano ad eventi organizzati come le World Series of Poker che si tengono a Las Vegas tra giugno e luglio. Si tratta di una grande serie di tornei di diverse specialità di poker, i partecipanti provengono da ogni parte del mondo con una quota di iscrizione pari a 10 mila dollari.Il vincitore oltre al montepremio ha diritto ad un braccialetto d’oro.

Proseguendo troviamo il World Poker Tour, un torneo composto da 19 tappe nei maggiori casinò internazionali. Per partecipare sono richiesti 10 mila dollari ma possono arrivare anche a 25 mila per alcune tappe con un montepremio molto alto. Infine come ultimo ma di certo non meno importante evento vi è l’European Poker Tour, una struttura simile al WPT ma giocato esclusivamente in casinò europei. Per l’ingresso sono richiesti dai 5 ai 10 mila euro.